WAIT AND SEE, uno scrigno nel cuore di Milano

WAIT AND SEE_22Nel contesto di un ex convento del ‘700, c’è uno spazio nel cuore della Milano che rivela grande passione e attenzione per la ricerca di nuovi designer e prodotti difficilmente reperibili in Italia. Questo concept store si chiama Wait and See, nato dalle diverse influenze culturali e dalle passioni dell’ideatrice Uberta Zambeletti che, grazie a un percorso eclettico di stlista, interior designer, stylist, art director e fashion coordinator per diversi brand e aziende, ha potuto distillare tutte le sue competenze e interessi in un nuovo progetto.


Questo è  un concept store in cui puoi trascorrere il tempo alla ricerca di oggetti e capi insoliti, sorseggiando una tazza di caffè, Wait and See per l’appunto. Qualcosa di diverso dai soliti negozi: uno spazio intimo e accogliente che si caratterizza per una proposta internazionale di abbigliamento, accessori, bijoux, oggetti, cartoleria e pezzi vintage. Tutti capi provenienti da paesi stranieri, dal Perù alla Francia, dalla Finlandia alla California e mai prima distribuiti a Milano.
Così, affacciata sulla storica via Santa Marta, lo store propone anche collaborazioni esclusive e linee personalizzate per ‘Wait and See’. L’ideatrice in un’intervista ha dichiarato: “Wait and See nasce dal desiderio di portare in questa città tutto ciò che di bello esiste al di fuori di qui, all’interno di un contenitore che sappia di casa e possa trasmettere accoglienza e tranquillità”. Ed è proprio così come racconta la “mamma” di Wait and See che, appena sono arrivata all’uscio del negozio, me ne sono innamorata.

WAIT AND SEE_19 WAIT AND SEE_25 WAIT AND SEE_23 WAIT AND SEE_24

  All’esterno c’è una scritta che ti accoglie “urlandoti” il mood dello spazio:” la vita è bella!” e devo dire che anche se ci capiti in un giorno triste e sconsolato, l’umore ti cambia subito e davvero la vita ti sembra migliore. Inutile dirvi che avrei comprato di tutto, dalle tazze con il loro logo, agli oggetti vintage come gli arredi delle case delle bambole, per passare poi ai gioielli, vestiti e scarpe. Se avete la malattia dello shopping compulsivo e state cercando di venirne a capo, vi consiglio di star lontane da questo paradiso.WAIT AND SEE_1 WAIT AND SEE_3 WAIT AND SEE_4 WAIT AND SEE_21 WAIT AND SEE_20 WAIT AND SEE_16 WAIT AND SEE_17

Ho perso la testa per queste scarpe bucherellate, ma davvero non potevo comprarne altre, sia per spazio insufficiente nella scarpiera, sia per il conto prosciugato dai regali di natale e così, per non cedere alle tentazioni, ho solo fotografato per voi questo meraviglioso scrigno nel cuore di Milano.L’arredo è favoloso, tutto realizzato sul principio del riciclo e del “second life”. Mi sono innamorata di tutto quello che era lì e i miei amici mi hanno dovuto portar via con la forza! Questo concept store non è solo un “negozio” ma incarna in pieno quello che un concept store ha il dovere  di fare: regalare magia!Se siete in giro per Milano, non limitatevi a rimanere in via Torino tra i negozi che si possono trovare anche nel più triste dei centri commerciali, girate l’angolo e aprite le porte di Wait and see, non ve ne pentirete!

WAIT AND SEE_9 WAIT AND SEE_14 WAIT AND SEE_11 WAIT AND SEE_12 WAIT AND SEE_8 WAIT AND SEE_6 WAIT AND SEE_5

Comments

comments