Mykonos, la meraviglia che non ti aspetti!

MYKONOS_20Se il paradiso fosse in terra, di sicuro sarebbe la Grecia.
Per ventiquattro anni avevo “ignorato” quanto potesse essere meraviglioso questo angolo di mondo, andando  alla ricerca di posti esotici facendo magari tante ore di volo e non trovando quei paesaggi e quei profumi che la Grecia sa regalarti.
La mia esplorazione della Grecia è iniziata nel 2013 con Skiatos, su suggerimento di mia sorella Francesca e suo marito Pietro ( il lupo di mare della coppia), e così ho lasciato lì una parte del mio cuore.
Quest’anno, con Piero, abbiamo deciso di tornarci perché dopo lo scorso anni in Messico, abbiamo capito che se vuoi vivere una vacanza di sole, aria mare e profumo di pino marittimo, la meta è una sola: Grecia!
La prima tappa è stata Mykonos, che per quanto ne possiate dire, è un paradiso!

Continue Reading

UN’ESTATE FA!

UN'ESTATE FA_1Ogni anno, al rientro delle vacanze, mi viene in mente come era la mia vita esattamente un anno prima e puntualmente, qualcosa nella mia vita è cambiato.
Sarà che sono davvero molto giovane, sarà che la monotonia proprio non mi appartiene, ma amo follemente vedere la mia vita mutare, anche se in parte, rispetto a “un’estate fa”!
Queste vacanze mi hanno vista ritornare a Milano con più consapevolezze di prima, mi hanno vista rientrare con quella sensazione di “casa” che a Milano prima non avevo…mi hanno vista rientrare adulta, fiera e grintosa per affrontare un nuovo anno lavorativo con tata voglia di fare!
Le mie vacanze sono state lunghe, intense e rilassanti. Ho amato il mare in ogni sua singola goccia, ho respirato il più possibile quel profumo intenso dei pini che solo il paesaggio mediterraneo sa regalarti.
Ho mangiato (tanto), ho riso, ho anche pianto, ma mi è servito. Mi è servito tutto in ogni singolo elemento, dai tuffi a “cufaniello” che ti liberano l’anima e la mente, alle serate spensierate con un bicchiere di vino in più.
Un’estate fa non ero quella di oggi, allora servirà a qualcosa partire e viaggiare, giusto?

Continue Reading

ECCO IL MIO POSTO DEL CUORE, VI PORTO A GROTTAMMARE!

grottammare_2Ci sono luoghi che ti conquistano a prima vista, che ti riempiono gli occhi e l’anima di felicità solo passeggiando tra le viuzze di un borgo incantato. Grottammare mi ha rapita dal primo istante in cui l’ho vista e, tre anni fa, ha deciso di entrare nel mio cuore e non uscirne più.

 Continue Reading

EVVIVA RICCIONE, IL MERAVIGLIOSO REGNO DI FRANCO ALIBERTI!

DSC05055Ci sono persone brave e determinate, che alla lunga ottengono risultati. Poi ci sono quelli bravi, determinati e talentuosi, che neanche trentenni, raggiungono obiettivi e vincono sfide oltre misura, lasciando tutti gli altri al punto di partenza!
Ho spesso potuto apprezzare il talento di Franco Aliberti, grazie alle meravigliose cene che ha preparato per noi a Milano,  ma viverlo a casa sua da EVVIVA RICCIONE, mi ha lasciato senza fiato!

Continue Reading

Bacareto da Lele, l’essenza veneziana in uno Spritz!

bacareto da Lele _6

Chi non è mai stato rapito dal fascino veneziano? Chi non ha mai sognato di essere sedotta da Don Giovanni per una notte?
Venezia è magica, e con il sole ancora di più! Grazie al mio lavoro, ho l’opportunità di andare nei posti più belli, nelle location più affascinanti e godere della loro bellezza in religioso silenzio prima che l’evento o la sfilata prendano vita.
Alcuni giorni fa, spedita a Venezia per un rilievo, ho avuto la possibilità di godere della sua bellezza, rubando con gli occhi ogni minimo particolare, cercando di incamerarlo nella memoria e farlo mio per un po’.

Continue Reading

Copacabana temakeria, buon cibo e savoir-faire!

copacabana milano_15Spesso ci sono cose che partono con il piede sbagliato, e io le fiuto subito.
Avevamo deciso di andare a pranzo da Copacabana, una temakeria brasiliana in zona Arco della pace.
Così, Antonio prenota per 3 persone alle 13.00. Secondo voi, alle 13.00, eravamo lì? Assolutamente no!
Così, quel sant’uomo di Antonio, chiama per dire che non solo da 3 eravamo diventati 2, perché Francesca aveva dato buca, ma che saremmo arrivati con mezz’ora di ritardo.
Secondo voi alle 13.30 eravamo lì? Ma neanche per sogno! Siamo arrivati alle 14.30, con la consapevolezza che avremmo digiunato, visto il ritardo megagalattico!
E invece no, ci hanno accolto con grande garbo e gentilezza, e ci hanno fatto accomodare.

Continue Reading

Cena venezuelana, anche il cibo può farti guardare lontano!

CENA VENEZUELANA _5Le relazioni tra persone sono il vero miracolo della vita.
Il solo pensiero che un’altra persona abbia un bagaglio culturale diverso dal tuo e possa donarti un po’ del suo sapere, è la più grande forma di democrazia. Spesso non guardiamo più in là di un palmo dal nostro naso, pensando che tutto ciò che ci circondi sia normale e dovuto.
Dietro le nostre “agiatezze” ci sono secoli e secoli di storia vissuta che, nel bene e nel male, ci hanno garantito quello che oggi abbiamo.
L’altra sera, la meravigliosa Francesca, la nordica dal cuore caliente del Venezuela di cui vi ho parlato qui, ha organizzato una cena venezuelana, facendomi così scoprire i sapori del Venezuela e non solo.

Continue Reading

WAIT AND SEE, uno scrigno nel cuore di Milano

WAIT AND SEE_22Nel contesto di un ex convento del ‘700, c’è uno spazio nel cuore della Milano che rivela grande passione e attenzione per la ricerca di nuovi designer e prodotti difficilmente reperibili in Italia. Questo concept store si chiama Wait and See, nato dalle diverse influenze culturali e dalle passioni dell’ideatrice Uberta Zambeletti che, grazie a un percorso eclettico di stlista, interior designer, stylist, art director e fashion coordinator per diversi brand e aziende, ha potuto distillare tutte le sue competenze e interessi in un nuovo progetto.

Continue Reading

L’Fanà, un posto da lasciarci il cuore e gli occhi!

FANA_11Mai avrei pensato di avere nostalgia dei monti, mai e dico mai avrei creduto di ricordare con nostalgia un posto freddo perché, da buona terrona piena di pregiudizi, ho sempre detestato la montagna. Parte della colpa la detiene anche mia madre che, non sopportando la neve e il freddo, ha sempre boigottato le proposte di vacanze in montagna. Quest’anno però mia madre, pur di stare con suo nipote Guido Alberto che nella top ten dei favoriti mi ha superato di gran lunga, ha deciso di passare il Natale in montagna con lui e noi di conseguenza siamo andati tutti a casa di mia sorella Caterina.