La mia Marrakech!

IMG_1871Pieribus compiva trent’anni, il regalo doveva essere all’altezza di questa cifra visto che ormai non si ha più scampo alla vecchiaia e in qualche modo bisognava mitigare questa rassegnazione!
Dopo aver girato tutto il quadrilatero della moda e aver imparato a memoria tutte le categorie di Mr. Porter, ho pensato che nulla più di un viaggio sia il regalo mogliore, soprattutto se come me e Piero ami viaggiare senza limiti!
Così, tra consigli dei colleghi e ricerche tra vari blog di viaggi, ho deciso di regalare anzi, regalarci una fuga a Marrakech, dove a solo poche ore di aereo, sei catapultato in una dimensione completamente differente dalla vita occidentale, dove gli odori sono così forti da restarti impressi nella mente anche giorni dopo il tuo rientro, dove ti senti un po’ Jasmine e Aladdin tra tappeti spezie e mosaici mozzafiato!
Avevo prenotato a settembre per andare durante il ponte dell’immacolata e, dopo gli attentati di Parigi non nascondo che avevamo qualche pregiudizio e un po’ di timore nel partire…! Poi abbiamo pensato che in fondo Milano non è sicura come non lo è stata Parigi, che il tram per andare a lavoro l’ho preso lo stesso tutti i giorni…per quale motivo dovevamo farci inibire da questa scelleratezza che gioca proprio a inibire la vita quotidiana e offende la vera cultura islamica? Così, tra preghiere di mia madre, e ironia degli amici, siamo saliti su quel volo per Marrakech!

Continue Reading

BAHAMA MAMA: nail bar spettacolare!

BAHAMA MAMA_13Dopo il trasloco dello scorso week end, avevo le mani distrutte! Ammetto di non aver fatto moltissimo, perché avevo i miei “angeli” ad aiutarmi, ma comunque tutti gli scatoloni li ho riempiti io da sola, loro li hanno trasportati da una casa (senza ascensore) all’altra…poverini!!!
Così, questo sabato, ho deciso di fare un salto da Bahama Mama, un favoloso nail bar dove ti coccolano a suon di moda vintage, tè allo zenzero e gentilezza e accoglienza impagabili.

Continue Reading

WAIT AND SEE, uno scrigno nel cuore di Milano

WAIT AND SEE_22Nel contesto di un ex convento del ‘700, c’è uno spazio nel cuore della Milano che rivela grande passione e attenzione per la ricerca di nuovi designer e prodotti difficilmente reperibili in Italia. Questo concept store si chiama Wait and See, nato dalle diverse influenze culturali e dalle passioni dell’ideatrice Uberta Zambeletti che, grazie a un percorso eclettico di stlista, interior designer, stylist, art director e fashion coordinator per diversi brand e aziende, ha potuto distillare tutte le sue competenze e interessi in un nuovo progetto.

Continue Reading

Non è mai un vuoto a perdere!

cocacola DIY_13Metti una passione per il decoro, l’amore per i colori e la voglia di creare sempre qualcosa di nuovo e originale: questi sono gli ingredienti della mia vita quotidiana che, tempo a disposizione permettendo, fanno parte delle mie frenetiche giornate. Ad ogni oggetto che mi passa tra le mani, cerco di dargli una “seconda vita”, soprattutto se ha una bella linea estetica e un’utilità effettiva perché odio accumulare cose inutili!

Continue Reading

Non toccate la mia tazza DIY!

tazza_1Sarò anche strana, ma c’è una cosa che mi manda su tutte le furie, che proprio non perdono a nessuno, è che mi rubino la tazza! Da sempre ho avuto una tazza solo mia, forse ancor prima di avere una migliore amica o forse ancor prima di dire mamma e papà! Già da piccola le mie sorelle, nonostante nella nostra credenza ci fossero almeno 25 tazze, prendevano sempre la mia! Le motivazioni? Di solito erano due, o non avevano fatto caso a quale avessero preso siccome per loro una valeva l’altra, oppure che la mia era più bella e più nuova e volevano anche loro quella. Inutile star a raccontarvi le lotte per riaverla, vi dico solo tre momenti salienti del match: urla, pianti e alcune volte anche schiaffi! Così, ricordando queste lotte, ho preso l’abitudine di comprare tazze in serie così che, se a qualcuno venisse voglia di prendere la mia tazza, ne ha una uguale da utilizzare.

Continue Reading