WAIT AND SEE, uno scrigno nel cuore di Milano

WAIT AND SEE_22Nel contesto di un ex convento del ‘700, c’è uno spazio nel cuore della Milano che rivela grande passione e attenzione per la ricerca di nuovi designer e prodotti difficilmente reperibili in Italia. Questo concept store si chiama Wait and See, nato dalle diverse influenze culturali e dalle passioni dell’ideatrice Uberta Zambeletti che, grazie a un percorso eclettico di stlista, interior designer, stylist, art director e fashion coordinator per diversi brand e aziende, ha potuto distillare tutte le sue competenze e interessi in un nuovo progetto.

Continue Reading

Alzatina DIY – La mia mania di creare e riciclare!

alzatina diy 1Non posso farci nulla, è più forte di me, quando vedo un oggetto che è uno spreco gettar via, penso sempre a cosa potrei farci pur di non buttarlo. Mi è successo con le bottiglie in vetro di Coca Cola, e mi è successo anche con il vassoio di una confezione di Lindor. Una volta finiti i cioccolatini che ovviamente sono durati meno di mezz’ora (giuro che non li ho mangiati tutti io, anche se mi sarebbe piaciuto tanto!), ho tenuto la base dorata perché m’ispirava tanto!
Così ieri, iniziando a preparare gli scatoloni per un trasferimento di cui poi vi parlerò, ho ritrovato tra i miei accumuli di roba il famoso vassoio dorato che avevo conservato. Subito mi è venuto in mete di utilizzarlo per realizzare un’alzatina!

Continue Reading

Vi racconto la mia Fashion Week da dietro le quinte!

DSC03314Anche questa volta sono sopravvissuta fashion week milanese! Voi vi chiederete come mai io usi l’espressione sopravvissuta, ma per me la fashion week non è solo il glamour e la festa che si crea tutta intorno. Progettando le scenografie delle sfilate, conosco e vivo molto intensamente tutto quello che è  il “dietro le quinte” di questo evento che, quattro volte l’anno, rende Milano scintillante, patinata e a tratti eccessivamente buffa!

Continue Reading

Non è mai un vuoto a perdere!

cocacola DIY_13Metti una passione per il decoro, l’amore per i colori e la voglia di creare sempre qualcosa di nuovo e originale: questi sono gli ingredienti della mia vita quotidiana che, tempo a disposizione permettendo, fanno parte delle mie frenetiche giornate. Ad ogni oggetto che mi passa tra le mani, cerco di dargli una “seconda vita”, soprattutto se ha una bella linea estetica e un’utilità effettiva perché odio accumulare cose inutili!

Continue Reading

L’Fanà, un posto da lasciarci il cuore e gli occhi!

FANA_11Mai avrei pensato di avere nostalgia dei monti, mai e dico mai avrei creduto di ricordare con nostalgia un posto freddo perché, da buona terrona piena di pregiudizi, ho sempre detestato la montagna. Parte della colpa la detiene anche mia madre che, non sopportando la neve e il freddo, ha sempre boigottato le proposte di vacanze in montagna. Quest’anno però mia madre, pur di stare con suo nipote Guido Alberto che nella top ten dei favoriti mi ha superato di gran lunga, ha deciso di passare il Natale in montagna con lui e noi di conseguenza siamo andati tutti a casa di mia sorella Caterina.

Non toccate la mia tazza DIY!

tazza_1Sarò anche strana, ma c’è una cosa che mi manda su tutte le furie, che proprio non perdono a nessuno, è che mi rubino la tazza! Da sempre ho avuto una tazza solo mia, forse ancor prima di avere una migliore amica o forse ancor prima di dire mamma e papà! Già da piccola le mie sorelle, nonostante nella nostra credenza ci fossero almeno 25 tazze, prendevano sempre la mia! Le motivazioni? Di solito erano due, o non avevano fatto caso a quale avessero preso siccome per loro una valeva l’altra, oppure che la mia era più bella e più nuova e volevano anche loro quella. Inutile star a raccontarvi le lotte per riaverla, vi dico solo tre momenti salienti del match: urla, pianti e alcune volte anche schiaffi! Così, ricordando queste lotte, ho preso l’abitudine di comprare tazze in serie così che, se a qualcuno venisse voglia di prendere la mia tazza, ne ha una uguale da utilizzare.

Continue Reading

La seconda vita delle luci di Natale!

luci 11Ho sempre detestato smontare l’albero di Natale, da piccola chiedevo a mia madre di poterlo tenere ancora qualche giorno in più e lei, pur di rendermi felice, mi concedeva una settimana di tregua. Ma poi arrivava il 12 gennaio e giustamente, non vedeva l’ora di sbarazzarsi di quegli imbrogli! Così a quatto mani cominciavamo a smontarlo decoro dopo decoro, fino a rimpacchettare il tutto e metterlo in garage a “dormire” per un altro anno.
Quest’anno, ispirandomi alle lettere Seletti “Neon Art” che ho regalato al mio nipotino G.A. per il suo primo compleanno, ho deciso di non riporre le luci di Natale e di realizzare una lampada da comodino per la mia camera.

Continue Reading

Candy Box!

candy box 10Chi di voi non ha mai sognato di essere Willy Wonka e vivere in una fabbrica di coccolato? Io confesso che mi sarebbe piaciuto tanto essere lui soprattutto per il suo super mega ascensore orizzontale perché si sa, la pigrizia va braccetto con la golosità ed io, sono la reginetta di entrambe!

Continue Reading

Una passeggiata tra le Dolomiti

BRUNICO 1Queste vacanze di Natale le ho trascorse tra le Dolomiti. Ho avuto tanto tempo per rilassarmi, godermi la mia famiglia, giocare con mio nipote, ma soprattutto ho scoperto dei luoghi incantevoli.

Continue Reading

handmade christmas gifts!

DIY_3I regali di Natale sono sempre un cruccio per vari motivi: budget, gusti di chi li riceve non spesso chiari, poco tempo a disposizione per andar in giro a cercare la cosa giusta e soprattutto la folla impazzita che si sparge per le strade come la migrazione degli gnu…una vera tragedia!

Continue Reading