Sentirsi Maria Antonietta, ma senza ghigliottina!

marie-1Se potessi scegliere un periodo storico in cui rinascere, sceglierei l’800 francese e ovviamente nei panni di una nobildonna!
Ogni volta che sono a Parigi per lavoro, spesso anche in giornata, come se stessi andando da Milano a Como, rimango stregata dal fascino parigino.
Ho sempre desiderato essere una principessa con sottogonna, corsetti e merletti e avere come unico cruccio cosa indossare al gran ballo del principe Azzurro che cerca moglie…perché quelli sì che sono problemi!Chi non è rimasto folgorato dalla scena del film Marie Antoinette della strepitosa Sofia Coppola dove la folle Regina di Francia, con le sue dame di compagnia, sceglie tessuti e scarpe disegnate eccezionalmente da Manolo Blahnik mangiando pasticcini e bevendo fiumi di champagne…? Beh io, quando ho visto quella scena, ho desiderato essere proprio lei, ovviamente solo in quella scena, eh! Perché tra il marito frigido e la decapitazione, non so quanto sia invidiabile la sua vita!

Continue Reading

…e adesso siamo così, 2 biscotti nel tè!

primo post

Sapete quelle mattine in cui non hai la forza di mettere il naso fuori?  Quando la nebbia milanese t’invita a rimanere al calduccio nel tuo letto e a non muoverti fino a primavera inoltrata? Ecco, questo è quello che una ragazza del sud deve affrontare ogni giorno in una città che tanto offre, ma tanto nega, come le limpide giornate di sole invernali che ormai restano solo un sogno.

Continue Reading