Davide Gatto, dove le borse sono fatte della stessa sostanza dei sogni!

DAVIDE GATTO_10Ho sempre amato follemente le borse, e se la mia casa crollasse, le borse la manterrebbero.
Non c’è griffe, colore, modello che tenga…se decido che deve essere mia, lo sarà.
La mia prima Vuitton l’ho comprata con la mia prima borsa di studio, come solo una vera oca giuliva potrebbe fare!
Da bambinetta fashion addicted, ne volevo assolutamente una ma mia madre mi disse: “amore mio, non ne ho mai comprata una per me, figuriamoci se ne compro una a te! Quando avrai i tuoi soldi, potrai fare quello che ti pare, anche sprecarli per una borsa così inflazionata!”. Ovviamente, alla prima borsa di studio universitaria, ho “giustamente” acquistato una borsa!
Non ho scelto l’inflazionato “speedy”, che davvero tutti avevano, ma sempre una con il famoso pattern LV che per quanto sia un classico, è un po’ too much!
Se tornassi indietro forse lo rifarei, certe follie si fanno solo con l’incoscienza! Perché spendere tutti quei soldi per una borsa in parte in pelle, se con le stesse cifre puoi avere un vero gioiello di artigianato italiano?
Lo scorso week end, passeggiando sui navigli in occasione del flower market, sono stata rapita dalla bellezza e dalla delicatezza di un atelier di borse: Davide Gatto.

Continue Reading