QUINOA E NOCE AMAZZONICA, UN WORKSHOP TUTTO DA GUSTARE!

DSC05126La scorsa settimana, ho ricevuto un invito molto allettante dal Cesvi, organizzazione umanitaria impegnata da 30 anni nel mondo per sconfiggere la povertà con progetti di sviluppo e di risposta alle emergenze, a partecipare a un workshop di cucina peruviana, in collaborazione con Altromercato,  che si è svolto nell’ambito dell’evento  “Biodiversità, nutrizione e gusto “: la giornata dedicata alle potenzialità nutritive e commerciali dei due “SuperAlimenti” quinoa e noce amazzonica.
Così, armata di macchina fotografica, mi sono diretta in Cascina Cuccagna, meraviglioso posto qui a Milano, dove non sembra di essere in piena citta, ma in una tipica cascina dell’Oltrepò.


Grazie allo showcooking  di Franca De Gasperi, io e gli altri partecipanti, abbiamo potuto apprezzare come la quinoa, “la madre di tutti i semi”, abbia proprietà nutrizionali elevate, bontà assicurata e versatilità in cucina. Sapete perché è così buona e fa così bene? La quinoa è un alimento particolarmente dotato di proprietà nutritive. Originaria del Sud America la quinoa è un alimento altamente digeribile, proteico e con poche calorie, dunque adatto ad ogni dieta, dal delicato sapore che ben si sposa con molte preparazioni. Contiene fibre e minerali, come fosforo, magnesio, ferro e zinco. È anche un’ottima fonte di proteine vegetali. Contiene inoltre grassi in prevalenza insaturi. La quinoa, inoltre, è particolarmente adatta per i celiaci, in quanto è totalmente priva di glutine, perfetta sia per gli adulti sia per i bambini. Tostando i semi di quinoa per qualche minuto prima di bollirli si incrementa notevolmente il sapore di questo “falso cereale“, perché non appartiene alla famiglia delle graminacee.  Può essere utilizzato come gli altri cereali, per preparare zuppe e minestre, o per accompagnare carne e verdure.
Franca ha preparato tre diverse ricette, spaziando dal gusto più mediterraneo con pomodorini, feta e basilico, fino al classico pollo, verdure e zenzero.
Devo ammettere che la quinoa mi aveva già conquistato un po’ di tempo fa quando Benita, la tata peruviana di mio nipote GA, la preparava per cena quando in Italia era un prodotto sconosciuto, ma devo ammettere che vedendo come è facile preparala e venendo a conoscenza di quanto faccia bene all’organismo, credo proprio che la quinoa entrerà nella mia dispensa!

DSC05093 DSC05105 DSC05098 DSC05095 DSC05094  DSC05114 IMG_0557 DSC05110  DSC05112 DSC05107  DSC05128IMG_0560

Comments

comments