Vi racconto la mia Fashion Week da dietro le quinte!

DSC03314Anche questa volta sono sopravvissuta fashion week milanese! Voi vi chiederete come mai io usi l’espressione sopravvissuta, ma per me la fashion week non è solo il glamour e la festa che si crea tutta intorno. Progettando le scenografie delle sfilate, conosco e vivo molto intensamente tutto quello che è  il “dietro le quinte” di questo evento che, quattro volte l’anno, rende Milano scintillante, patinata e a tratti eccessivamente buffa!

Tutto quello che voi vedete sui giornali e in tv, è solo la ciliegina su di una torta a 300 piani!
Mesi e mesi prima si parte con i progetti che ovviamente, e come giusto che sia, cambiano di continuo rendendoci nevrotici negli ultimi giorni tanto da avere un diavolo per capello.
Per chi vuole comprendere meglio di cosa mi occupo, cerco di spiegarlo nel modo più semplice possibile mostrandovi il work in progress del cantiere Fendi.
Tutto parte dagli stilisti che, avendo un mood di ispirazione per la loro collezione, ci passano un brief dal quale noi prendiamo ispirazione e iniziamo a buttar giù delle idee. Dopo varie ipotesi, si passa alla modellazione 3D per fare una simulazione di come sarà la scenografia e capire cosa va e cosa non va. Una volta che abbiamo trovato la soluzione giusta (ma solitamente lo è solo per noi!), mandiamo la proposta al cliente che ovviamente ti smonta tutto e quindi devi ricominciare tutto d’accapo! E così vai avanti per un paio di mesi fino a che non trovi davvero la soluzione giusta e si parte con il cantiere.
Il cantiere è il cuore del lavoro perché lì vedi i tuoi disegni prender forma e confesso che provo sempre un po’ di emozione… !DSC03176 DSC03183 DSC03195 DSC03202 DSC03206 DSC03208 DSC03210 DSC03211
Così di giorno in giorno il cantiere va avanti, sempre con tanti imprevisti ma per fortuna sempre rimediabili.
Gli ultimi giorni sono quelli più frenetici, soprattutto quando sei agli sgoccioli e devi finire tutto in tempo, come la numerazione dei posti che non devi MAI sbagliare perché altrimenti ti crolla tutta la sfilata! Voi vi chiederete perché mai dei numerini possano condizionarne l’andamento, ma è proprio così, perché ad ogni numero corrisponde un invito,  e per gli uffici stampa è fondamentale che le persone giuste stiano nel posto giusto! DSC03225 DSC03231
Così si arriva a poche ore prima dall’inizio della sfilata e il backstage si popola dei modelli che si preparano tra trucco e parrucco. Confesso che durante la moda uomo è sempre bello stare in backstage!DSC03198DSC03250 DSC03251 DSC03253 DSC03279
Così, con la solita mezz’ora di ritardo, inizia lo show che, grazie anche al mio progetto, crea un’atmosfera magica in grado di farti dimenticare, per quei 15 minuti, tutta la fatica fatta prima!
Ora mi riposo un po’, ma giusto un po’ visto che ora si ricomincia a progettare per la fashion week donna di febbraio!DSC03280 DSC03292 DSC03308 DSC03309

DSC03269DSC03244

Comments

comments