Cargo High-Tech, il paese dei balocchi del decor!

hi-tech_1Se a Milano cerchi un posto dove puoi trovare tutto, ma davvero tutto per la tua casa, non puoi non andare da Cargo High-Tech.
Definirlo concept store sminuirebbe la sua magia e, definirlo negozio di arredamento, pure. La parola giusta per collocarlo in una categoria è, a parer mio, grande emporio.
Lo scorso week end io e Piero eravamo in giro alla ricerca di un attaccapanni e, con questa scusa, l’ho portato nel regno del decor!

Ogni uomo detesta fare shopping con la propria fidanzata, lo so, ma io l’ho portato con l’inganno, millantando che saremmo andati dritti all’obiettivo e che non me ne sarei andata a zonzo di reparto in reparto.
Ovviamente, appena varcata la soglia, mi ha perso di vista e mi ha ritrovata all’angolo Neon Art Seletti, che ha sempre il suo fascino!

hi-tech_2 hi-tech_4
hi-tech_3 hi-tech_5 hi-tech_6 hi-tech_7 hi-tech_8 hi-tech_9 hi-tech_10 hi-tech_11 hi-tech_12

Minacciandomi che non sarebbe mai più venuto in un negozio del genere con me, ci siamo incamminati alla volta dell’attaccapanni. Il negozio sarà pur meraviglioso, ma è un labirinto a tutti gli effetti. Mi sono sentita come quando sono andata pe la prima volta a Disneyland, dove tutto sembrava chiamarmi e dirmi:” guarda me, comprami, non puoi fare a meno di me!”.
Il negozio si estende su una superficie di duemila metri quadrati. Il piano terra è dedicato ai reparti di profumeria, cartoleria e accessori moda. Una porta in lamiera lo collega con un ex magazzino di materiali pesanti, dove il pavimento in cemento, il soffitto a volte e le ampie porte in ferro e vetro smerigliato sono la cornice per la presentazione dei mobili etnici. Scendendo le scale si giunge nella cantina, che oggi ospita gli articoli per la cucina, per il bagno e per l’ordine e l’organizzazione di casa e ufficio. Il piano superiore invece, è il regno di divani, poltrone, tavoli, sedie e librerie.
Se vi state chiedendo se è il negozio dove hanno girato Shopping Night home edition, beh sì, è proprio lui!
Quanto vorrei che mi rinchiudessero lì dentro di notte, soprattutto senza Piero che mi richiama all’ordine!
Così, tra un reparto e l’altro, di nascosto da Piero rompiscatole che si dimenava tra i  coltelli per il formaggio e gli accessori per il vino, ho fotografato per voi alcuni reparti come quello dedicato al cake design e tutti gli strumenti dedicati.
Se siete a Milano, anche solo di passaggio, andate a fare un salto, ma vi consiglio senza fidanzati frettolosi!

hi-tech_16 hi-tech_19 hi-tech_20 hi-tech_21 hi-tech_22 hi-tech_18 hi-tech_17

Comments

comments