Cosa c’è nella mia borsa?

5Sarò all’antica, sarò anche un po’ fuori moda, ma non sopporto le donne che fanno cose da uomini. So che con questa affermazione mi sono inimicata parecchie donne, compresa la mia migliore amica che, nonostante abbia provato tante volte a dissuaderla dal  tifare follemente per il Napoli, quando viene a Milano per il weekend mi chiede di vedere la partita in streaming…una follia! Miliardi di volte le ho detto che non è per nulla femminile essere così tanto tifosa, che il calcio stile fondamentalista islamico va lasciato agli uomini…perché  le donne stanno al calcio come gli uomini alle sopracciglia sagomate…uno strazio!

Adoro sentirmi donna, se dovessi rinascere vorrei essere mille volte donna soprattutto per essere autorizzata a passare ore e ore a tra borse scarpe e gioielli. La mia passione/ossessione per le borse è più che nota ormai; quest’estate, preparando la valigia per il Messico, mi sono imposta di portare solo due borse ma ovviamente, una volta arrivata lì,  sono andata in crisi perché ne avevo “solo” 2 per 16 giorni e non ho resistito a comprarne altre 3! Ne ho di ogni forma-dimensione-colore-finitura-sfumatura, ma soprattutto, non riesco mai ad uscire senza. La borsa è un accessorio a cui non posso rinunciare sia perché ti dona grazia ed eleganza (sempre che non sia un plasticone osceno che quando la vedi ti chiedi se l’abbia disegnata Polifemo o l’uomo talpa), sia perché uscire senza le mie cose personali mi fa sentire mancante di qualcosa. Si, perché la borsa oltre ad essere un accessorio che ti completa, è uno scrigno dal quale estrai il necessario all’occorrenza…è come portare un po’ di casa tua sempre con te! Nella mia borsa c’è di tutto: dagli scontrini sbiaditi che regnano sovrani, penne dimenticate dalla terza media, campioncini di profumo che ho messo lì credendo che assolutamente non avrei potuto farne a meno per poi scoprire che il più recente è  Opium di Yves Saint Laurent…! Ma la cosa che non può mai mancare nella mia borsa è il must have dei lip balm, il Carmex.

Il Carmex è sempre con me, che io esca con una maxi bag o una clutch bag, lui è il protagonista indiscusso. Ma, come tutte le cose pazzesche, in Italia non è in vendita e sono costretta a piagnucolare ogni volta che scopro che qualcuno andrà negli USA o anche solo a Parigi chiedendo scorte per la sopravvivenza. Ad oggi, dopo aver provato ogni forma di lip balm, sono fermamente convinta (e lo conferma la mia dipendenza) che sia il migliore sul mercato. Il costo negli USA è davvero irrisorio…circa 2 dollari e lo trovi ovunque, dal drugstore al negozio di souvenir. Da poco ho scoperto che su ASOS.IT è in vendita ma purtroppo solo al gusto fragola che , diciamoci la verità, non è proprio il massimo! Il migliore, come per tutte le cose del resto, è la versione “original” che ha un effetto balsamico come il famoso Vicks VapoRub che ha accompagnato le infinite febbri della mia infanzia! Quindi, se andate a NY o Parigi, non scatenatevi solo per andare al Magnolia Backery o da Ladurèe, ma fermatevi al primo drugstore, fate scorta di Carmex e , visto che siete lì, compratene uno anche per me rigorosamente “original”… ve ne sarò immensamente grata!

4 3 2at-23_08_13_0084_1 carmex-3-certo-certo

Comments

comments